Archivi Mensili: luglio 2013

Primo Valico, ecco l’alternativa alla Tav Genova

Poco meno di 20 chilometri di tunnel alla base della catena dei Giovi per ridisegnare il Primo Valico – aperto nel 1852 per collegare Pontedecimo e Rigoroso (Arquata Scrivia) – evitando la ripida salita di Busalla, che raggiunge anche il 35‰ di pendenza. L’alternativa al tanto contestato Terzo Valico ha finalmente un volto, una proposta concreta. L’idea giunge dall’architetto Paolo Rigamonti, che si è ispirato alla filosofia svizzera di abbassamento dei trafori storici, “spostandoli” alla base delle asperità montuose, per diminuire la pendenza delle vie infrastrutturali. Un concetto che è stato fatto proprio anche dai rappresentati della Lista Doria, che hanno seminato un po’ di sconcerto in Consiglio comunale per essere andati almeno apparentemente contro le intenzioni del proprio sindaco, per il momento determinato a proseguire l’iter del Terzo Valico.

leggi tutto l’articolo : clicca sul seguente link  Primo Valico, ecco l’alternativa alla Tav Genova: il progetto « Era Superba | Genova Notizie e Eventi.

Comune di Genova – Società Partecipate – Lucio Padovani

Genova

Comune di Genova – Commissioni III e V
 discussione sulle società partecipate
Lucio Padovani – Lista Doria

Quarto, un anno dopo

Volendo approfondire le tematiche legate all’ex ospedale psichiatrico di Quarto e della vicenda che lo ha tenuto alla ribalta del dibattito politico e culturale della città, in quest’ultimo anno, riporto questo comunicato di Amedeo Gagliardi del “coordinamento per Quarto”
Loris

Se insegui ossessivamente solo i princípi, governeranno sempre i soliti “prìncipi”. 

ex op quartoScriviamo queste poche righe perché crediamo sia necessario restituire alla vicenda dell’ex OP di Quarto una corretta informazione di come sono andati i fatti nel corso di quest’ultimo anno, grazie anche ad un gruppo di cittadini ed Associazioni (1500 adesioni, Coordinamento per Quarto), che ha creduto, lottato, riunendosi tutti i lunedí a partire dal 5 giugno 2012, chiedendo alle Istituzioni un modo per recuperare una situazione che l’anno scorso, di questi tempi, sembrava irrecuperabile.

Andiamo con ordine: dove eravamo l’anno scorso di questi tempi:

Tutta l’area del complesso novecentesco con annesso il parco e i diversi accessi, venduti a Fintecna nel 2008, ancora oggi in completo abbandono.

Tutta l’area del Padiglione ottocentesco venduta ad ARTE per sanare buchi di bilancio per 27 milioni di euro circa, (novembre 2011). Continua a leggere →

Genova, è scontro e rottura in Comune

Tra privatizzazione delle società partecipate e difesa dei “beni comuni”

palazzo-tursi-aula-angolo-destro-D6Una  cosa è stata chiara fin dal momento dell’elezione del Sindaco Doria: il PD non era in grado di concepire che i rapporti di forza all’ interno della maggioranza di centro-sinistra erano mutati rispetto alle amministrazioni precedenti dove, gli altri membri della maggioranza erano più simili ai soprammobili di casa, spolverati all’ occorrenza ma non determinanti per le scelte strategiche della città.

Non è neanche un mistero che i “poteri forti” della città abbiano trovato una sinergia col PD entrambi accomunati dall’ esigenza di conservare nei rispettivi ambiti il controllo politico, sociale ed economico della città stessa. Continua a leggere →